ABBALESTRIERE s.m.

0.1 abalestrieri, arbalestrieri.

0.2 Da balestriere.

0.3 <Egidio Romano volg., 1288 (sen.)>: 1.

0.4 In testi tosc.: <Egidio Romano volg., 1288 (sen.)>; Doc. fior., 1296-1305.

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Lo stesso che balestriere.

0.8 Pietro G. Beltrami 30.01.2005.

1 Lo stesso che balestriere.

[1] <Egidio Romano volg., 1288 (sen.)>, L. 3, pt. 3, cap. 7, pag. 291.32: Donde l'uomo legge d'uno, ch'ebbe nome Scipione Africano, quand'elli si doveva combattere per lo popolo romano, elli non avrebbe giammai creduto aver vittoria, se nelle sue schiere dinanzi non fussero istati molti buoni arcieri ed arbalestrieri.

[2] Doc. fior., 1296-1305, pag. 679.25: Nostro singniore lo re di Francia de dare, dý * * * di maršo, lb. XVJM, i qua' d. diedene Giandonato di Mardoli e ' conpangni di Paši per noi, diecemilia lb. tor. a mastro Tomaso canceliere chericho degli abalestrieri...

[u.r. 30.01.2005]