ABBASTONARE v.

0.1 abastonato, abastoni, abbastonato.

0.2 Da bastone (LEI s.v. basto, 5, 156.16).

0.3 Ingiurie lucch. (1330-84): 1.

0.4 In testi tosc.: Ingiurie lucch. (1330-84); Marchionne, Cronaca fior., 1378-85.

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Colpire con un bastone.

0.8 Pr Larson 21.09.2000.

1 Colpire con un bastone.

[1] Ingiurie lucch., 1330-84, 288 [1374], pag. 78.9: Troia puctana [...] E' co(n)vene che io t'abastoni (e) aiutetene chi vuole.

[2] Ingiurie lucch., 1330-84, 296 [1375], pag. 80.9: Vacti co(n) Dio! Tu m'i abastonato (e) imi tractato come ga(r)zone: elli (con)viene che io te ne paghi co(n) altro che co(n) bastone.

[3] Marchionne, Cronaca fior., 1378-85, Rubr. 677, pag. 252.44: andavano rubando non pure bestiame e vettuaglia, ma quando s'abbatteano in alcuno, il quale avesse cavallo, glielo toglieano, e s'e' volea andare a' capitani e maliscalchi a dolersi, egli era abbastonato e minacciato d'esser morto...

[u.r. 22.03.2017]