ABBELLITO agg.

0.1 abellito.

0.2 V. abbellire.

0.3 Dante, Convivio, 1304-7: 1.

0.4 Att. unica nel corpus.

0.6 N Cfr. ED s.v. abbellire.

0.7 1 Soave, bello.

0.8 Pr Larson 07.04.1998.

1 Soave, bello.

[1] Dante, Convivio, 1304-7, II cap. 7, pag. 98.12: Dico adunque che vita del mio core, cio del mio dentro, suole essere un pensiero soave ('soave' tanto quanto 'suaso', cio abellito, dolce, piacente e dilettoso): questo pensiero se ne ga spesse volte a' piedi del sire di costoro a cu' io parlo, ch' Iddio: ci a dire che io pensando contemplava lo regno de' beati.

[u.r. 28.03.2005]