ABBOCCATO agg.

0.1 abboccato.

0.2 V. abboccare.

0.3 Cecco Angiolieri, XIII ex. (sen.): 1.

0.4 Att. unica nel corpus.

0.6 N Non si riconduce a abboccato la forma aboccata di Doc. pist., c. 1350 (gi abboccato 2: cfr. Beltrami, L'etimologia nel TLIO, p. 132), per cui v. aboccato.

0.7 1 Goloso, avido.

0.8 Pr Larson 09.07.2004.

1 Goloso, avido.

[1] Cecco Angiolieri, XIII ex. (sen.), D. 123.6, pag. 245: I' son venuto di schiatta di struzzo, / ne l'oste stando, per la fame grande: / ch d'un corsetto ho fatto mie vivande, / mangiandol tutto a magli' ed a ferruzzo. / E son s fatto, che non mi vien puzzo, / ma pi abboccato che porco a le ghiande: / s'i' ho mangiat'i panni, il ver si spande, / ch'i' non ho pi n mobile n gruzzo.

[u.r. 08.11.2010]