ABBRACCIANTE (1) agg.

0.1 abbracciante, abracciante.

0.2 V. abbracciare 1.

0.3 Boccaccio, Filocolo, 1336-38: 1.

0.4 Att. solo in Boccaccio.

0.6 N Anteriore ai due passi boccacciani qui riportati l'es. in Jacopone (ed. Ageno), XIII ui.di. (tod.), 79.5, pag. 325.5 (sopra li ciel passante, / ampio en caritate, onne cosa abbracciante), seguito dai nove ess. nel volg. delle Metamorfosi di Simintendi: ma in questi autori, pur citati in GDLI s.v abbracciante agg., si tratta sempre di una voce verbale con valore participiale.

Doc. esaustiva.

0.7 1 Che avvinghia, che abbraccia.

0.8 Pr Larson 07.04.1998.

1 Che avvinghia, che abbraccia.

[1] Boccaccio, Filocolo, 1336-38, L. 3, cap. 20, pag. 279.25: E nel mio partire mi vedesti piangere, e tu piangesti; e ciascuno di noi egualmente dolente, mescolammo le nostre lagrime. E s come l'abbracciante ellera avviticchia il robusto olmo, cos le tue braccia il mio collo avvinsero, e le mie il tuo simigliantemente...

[2] Boccaccio, Ameto, 1341-42, cap. 26, par. 19, pag. 746.26: N di quella via il suolo dall'arido paleo occupata, n in tutto la cuopre l'abracciante gramigna, ma lieta si vede di molti fiori.

[u.r. 29.04.2010]