ACCENSO (1) s.m.

0.1 accensi.

0.2 Lat. accensus (LEI s.v. accensus).

0.3 Deca prima di Tito Livio, XIV pm. (fior.): 1.

0.4 Att. solo in Deca prima di Tito Livio, XIV pm. (fior.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 [Milit.] Soldato di modesto valore, soprannumerario dell'esercito romano, utilizzato per sostituire i caduti.

0.8 Paolo Squillacioti 30.03.2017.

1 [Milit.] Soldato di modesto valore, soprannumerario dell'esercito romano, utilizzato per sostituire i caduti.

[1] Filippo da Santa Croce, Deca prima di Tito Livio, 1323 (fior.), L. 8, cap. 8, vol. 2, pag. 234.3: la terza bandiera guidava gli accensi, ne' quali ellino aveano poca di fidanza, perņ che non era mica gente di pregio, e perņ li rigettavano all'ultima schiera. || Cfr. Liv., VIII, 8., 8: «tertium accensos...».

[2] Filippo da Santa Croce, Deca prima di Tito Livio, 1323 (fior.), L. 8, cap. 10, vol. 2, pag. 237.24: e comandņ che gli accensi dell'ultima schiera passassero dinanzi dalle insegne. || Cfr. Liv., VIII, 10, 2: «accensos ab nouissima acie ante signa procedere iubet».

[u.r. 06.11.2017]