ACC╠NGERE v.

0.1 accengnere, accignete, accignetevi, accinge, accingete, accingi, accingiti, accingo, accinse, accinta, accinti, accinto, acengnente, acengnere, acinše, acinta.

0.2 Lat. accingere (LEI s.v. accingere).

0.3 Dante, Convivio, 1304-7: 2.

0.4 In testi tosc.: Dante, Convivio, 1304-7; Ciampolo di Meo Ugurgieri, a. 1340 (sen.); Cavalca, Ep. Eustochio, a. 1342 (pis.).

In testi mediani e merid.: Stat. perug., 1342.

0.7 1 Avvolgere qsa intorno al corpo o a parti del corpo; anche pron. 1.1 Fig. 1.2 [Detto di un assedio:] stringere, cingere. 2 [Detto di armi:] sistemare alla cintura, quindi armarsi. 2.1 Impugnare, brandire. 3 Scoprire le parti inferiori del corpo sollevando la veste e stringendo la cintura, succingere.

0.8 Paolo Squillacioti 16.11.1998.

1 Avvolgere qsa intorno al corpo o a parti del corpo; anche pron.

[1] Ciampolo di Meo Ugurgieri, a. 1340 (sen.), L. 5, pag. 142.8: Favorate tutti gridando, accingete le tempie vostre dei rami. E poi ch'ebbe cosý parlato, vela le tempie sue della materna mirto.

[2] Stat. perug., 1342, III.230.1: Per lo presente capitolo non sforševelemente da oservare fermamo ke niuno huomo da quencie ennante alcuno morto ardisca accengnere overo cengnere fare de centura de cavaliere overo alcuno cavallo apo la chiesia lassare de quignunque religione goda degnetade, ma de quista costitutione glie corrompetore en cento libre de denare per ciascuna fiada essere punite comandamo.

[3] Bibbia (07), XIV-XV (tosc.), Ger. 4, vol. 7, pag. 27.11: 8. Sopra queste cose accignetevi de' cilicii e piangete e urlate; per˛ che non Ŕ rivolto il furore e l'ira del Signore da noi.

1.1 Fig.

[1] Nicol˛ de' Rossi, Rime, XIV pi.di. (tosc.-ven.), Son. 27.6, pag. 38: L'amoroso disir che tutor penso, / da lo mi' cor onni tenebra spinše, / e romane cum claritate acenso, / laldando clama quela che lo strinše; / e sempre crede essere defenso / quando di tanto ardore s'acinše, / dicendo che non vi f´e repre[n]so / po' che amare lŰy no si finše.

[2] Ottimo, Par., a. 1334 (fior.), c. 15, proemio, pag. 343.17: E questa si prende in IIIJ guise: per l'uno modo generalmente; e per questo modo si puote fortitudine trovare in ogni virt¨, ed ogni virt¨ ha fortitudine rispetto del vizio che l'Ŕ contrario, come continenza contro lussuria. Proverbii, capitolo ultimo: źAccinse con fortitudine li membri suoi╗. || Cfr. Prov. 31.17: accinxit fortitudine lumbos suos.

1.2 [Detto di un assedio:] stringere, cingere.

[1] Canzoniere del sec. XIV, a. 1369 (tosc.occ.), 18.49, pag. 41: [A]d quella che di zelo il cor m'affrigge / e 'n chui sempre contemplo, / canson, di' questo exemplo, / ch'obediensa et forsa mi ci spinge, / et mal si tien chui lungo assedio accinge.

2 [Detto di armi:] sistemare alla cintura, quindi armarsi.

[1] Dante, Convivio, 1304-7, IV, cap. 26, pag. 432.7: E questa cortesia mostra che avesse Enea questo altissimo poeta, nel sesto sopra detto, quando dice che Enea rege, per onorare lo corpo di Miseno morto, che era stato trombatore d'Ettore e poi s'era raccomandato a lui, s'accinse e prese la scure ad aiutare tagliare le legne, per lo fuoco che dovea ardere lo corpo morto, come era di loro costume. || GDLI s.v. accingere dÓ all'es. il signif. 3, ma cfr. ED, I, pag. 28.

[2] Ciampolo di Meo Ugurgieri, a. 1340 (sen.), L. 2, pag. 64.20: Poi ancora sý mi accingo l'armi, ed acconciandomi metteva la sinistra a lo scudo, e traevami fuore della casa.

[3] Bibbia (05), XIV-XV (tosc.), Sal. 44, vol. 5, pag. 267.4: 4. Accingiti col tuo coltello sopra le tue reni, potentissimamente.

2.1 Impugnare, brandire.

[1] Ciampolo di Meo Ugurgieri, a. 1340 (sen.), L. 6, pag. 202.17: Inmantenente la vendicatrice Tesifone, accinta d'uno fragello, percuote e batte i nocenti, allegrandosi de le pene loro; e tenendo nella sinistra serpenti orribili, chiama le crudeli schiere delle suoro.

3 Scoprire le parti inferiori del corpo sollevando la veste e stringendo la cintura, succingere.

[1] Cavalca, Ep. Eustochio, a. 1342 (pis.), cap. 4, pag. 376.5: Anco per simile modo comand˛ Iddio, che quelli, che dovevano mangiare l'agnello pasquale, avessero i lombi cinti: e a Giobbe disse: Accingi come uomo valente i lombi tuoi. E cosý Giovanni Batista, ed Elia si scrive, che avevano coreggia di pelliccia intorno alli lombi.

[2] Bibbia (06), XIV-XV (tosc.), Isaia, capo 32, vol. 6, pag. 497.16: 11. Maravigliatevi, piene di dovizie; conturbatevi, voi che vi confidate; spogliatevi e confondetevi, accignete li vostri lombi.

[u.r. 14.04.2017]