ACCOMINCIATO agg.

0.1 accomenciate, acomenciate, acomenciato, acomenzado.

0.2 V. accominciare.

0.3 Elucidario, XIV in. (mil.): 1.

0.4 In testi sett.: Elucidario, XIV in. (mil.).

0.6 N Doc.: cit. tutti i testi.

0.7 1 Che ha avuto inizio.

0.8 Paolo Squillacioti 27.11.1998.

1 Che ha avuto inizio.

[1] Elucidario, XIV in. (mil.), L. 2, q. 10, pag. 141.12: E quando quili abandonano lo ben che illi no amaveno, quisti tornano pi firmi in lo ben acomenzado, s com f antigamente li bon angeli quando li malvaxi caden.

[2] Cost. Egid., 1357 (umbro-romagn.), L. II, cap. 13, pag. 562.1: In le questione criminale a comenciare in la dicta corte no se paghenno li predicti salarij, n in le capitale et no peccuniarie o che se siano acomenciate, ma solamente in le questione de condempnatione peccuniarie, da le quale ad una medesma corte, da le corte particulare et officiali incontra d'interponerse appellatione, o a quella medesma corte contra quelle, sovre la nullitate s'abbia recorso.

[3] Cost. Egid., 1357 (umbro-romagn.), L. II, cap. 28, pag. 594.15: altramente esse castelle acomenciate o facte passato 'l mese e chi firanno facte, eo ipso siano a la camera della Romana Ghiesia confiscate.

[u.r. 29.05.2005]