ACCONCEPIRE v.

0.1 f: aconceputa.

0.2 Da concepire.

0.3 F Mazzeo di Ricco da Messina, XIII sm. (tosc.): 1.

0.4 Non att. nel corpus.

0.6 N Il testo attrib. a Raineri da Palermo in CLPIO P 012 RaPa (ma il v. 6 s'io non avesse conceputa dogla).

0.7 1 Far nascere, concepire (fig.).

0.8 Paolo Squillacioti 16.04.1999.

1 Far nascere, concepire (fig.).

[1] F Mazzeo di Ricco da Messina, XIII sm. (tosc.): Ben mi terrea bene aventuroso, / s'eo non avesse aconceputa doglia / dela nostr'amoroza benenansa: / mentrech'eo diziava, / ver ch'eo tormentava diziando, / ma non crudelemente; / e, male avendo e pur ben aspettando, / lo male m'era assai meno pungente. || CLPIO L 062 MaRi.6.

[u.r. 16.06.2005]