ACCONSIGLIARE v.

0.1 acosegiÓ , aconsegliare, aconsegliarme.

0.2 Da consigliare.

0.3 Tristano Veneto, XIV: 1.

0.4 In testi sett.: Tristano Veneto, XIV.

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 1 Dire come consiglio; dare un consiglio (a un certo proposito). 1.1 Parlare con qno per averne l'opinione.

0.8 Paolo Squillacioti 21.12.1998.

1 Dire come consiglio; dare un consiglio (a un certo proposito).

[1] Tristano Veneto, XIV, cap. 505, pag. 468.34: Et in quel tempo quando mio pare se amalÓ [[...]] mio pare dise qu'ello me voleva dar marido avanti qu'ello pasase de sto mondo, et sý have consegio da tuti li soi baroni. Et elli l'acosegiÓ qu'ello me devese maridar ad uno cavalier del paise, lo qual molto era prodomo, che haveva nomen Namart de Lin.

[2] Francesco di Vannozzo, Rime, XIV sm. (tosc.-ven.), [son.] 117.1: Amor, tu mi dovresti aconsegliare / del ponto che costei debba venire, / per cui giÓ quindeci anni in gran martire / son visso et or cominzo a ritornare...

1.1 Parlare con qno per averne l'opinione.

[1] Francesco di Vannozzo, Rime, XIV sm. (tosc.-ven.), [son.] 98.11: Respondo e dico che mai non m'increbbe, / volendome apogiar al vero pregio, / con l'uom cortese e sagio aconsegliarme; / provato Ŕ l'alpha et ˛ provato el megio / per qual al sagio intendo d'atacarme...

[u.r. 20.06.2005]