ACCONSOLARE v.

0.1 achonsola, agosonlase.

0.2 Da consolare 1.

0.3 Jacopo della Lana, Purg., 1324-28 (bologn.): 1.

0.4 In testi tosc.: Ricette di Ruberto Bernardi, 1364 (fior.).

In testi sett.: Jacopo della Lana, Purg., 1324-28 (bologn.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Render tranquillo, rassicurare. 2 Mescolare (detto propriamente di metalli).

0.8 Paolo Squillacioti 09.12.1998.

1 Render tranquillo, rassicurare.

[1] Jacopo della Lana, Purg., 1324-28 (bologn.), c. 23, 97-114, pag. 484, col. 1.5: Qui vol notar lo tempo che pò correre inanci tal vendetta; e dixe ch'i fandisini che mo èno in le cune, li quai se consolano et agosonlase cum questa vose: 'nanna, nanna', abiano barbuta la guança, tale vendeta serà.

2 Mescolare (detto propriamente di metalli).

[1] Ricette di Ruberto Bernardi, 1364 (fior.), pag. 26.20: Quando volessi digrosare bolçonalia picioli, fàe un ceneraciolo grande chon cenere, chome si fàe a chi volese afinare ariento. Chosì achonsola di sopra sança cholore; e fa grande cieneraciolo, sechondo la quantità del bolçone che tu vòli digrosare, e fa fondere in prima, per ogni libra di bolçone, libre diecie di pionbo; e poi metti il bolçone e falo bene schaldare.

[u.r. 22.03.2017]