ACIARE v.

0.1 aciando.

0.2 Prov. aisar, lat. anxiare (DEI s.v. aciare).

0.3 S. Caterina, Libro div. dottr., 1378 (sen.): 1.

0.4 Att. solo in S. Caterina, Libro div. dottr., 1378 (sen.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Emettere il fiato, alitare.

0.8 Pietro G. Beltrami 05.03.2001.

1 Emettere il fiato, alitare.

[1] S. Caterina, Libro div. dottr., 1378 (sen.), cap. 140, pag. 316.25: Vedendo Eliseo che egli non era risuscitato, and˛ egli con la propria persona e conformossi tutto col garzone con tutte le membra sue, e spir˛ aciando sette volte nella bocca sua.

[2] S. Caterina, Libro div. dottr., 1378 (sen.), cap. 140, pag. 317.4: E doppo questa unione don˛ e' sette doni dello Spirito santo a questo figliuolo morto, aciando nella bocca del desiderio dell'anima, tollendole la morte nel santo battesmo.

[u.r. 22.03.2017]