ADDORMENTAZIONE s.f.

0.1 adormentatione, adormentazione.

0.2 Da addormentare.

0.3 Ugo Panziera, Trattati, a. 1330 (tosc.occ.): 1.1.

0.4 In testi tosc.: Ugo Panziera, Trattati, a. 1330 (tosc.occ.); Ottimo, Purg., a. 1334 (fior.).

N Att solo tosc.

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Sonno, stato di sopore. 1.1 Fig. Stato di pigrizia, di inerzia morale (di chi vive nel peccato).

0.8 Milena Piermaria 10.06.1999.

1 Sonno, stato di sopore.

[1] Ottimo, Purg., a. 1334 (fior.), c. 9, proemio, pag. 124.28: ch' tanta la forza della fantasia, e s debole l'adormentazione de' riposati membri...

1.1 Fig. Stato di pigrizia, di inerzia morale (di chi vive nel peccato).

[1] Ugo Panziera, Trattati, a. 1330 (tosc.occ.), 1, cap. 7, pag. 15, col. 2.19: El consubstantiale si l'adormentatione che ne' sentimenti si seguita della mala innata e acquisita per li vitii operati dispositione a peccare.

[u.r. 18.07.2005]