ADIACENZA s.f.

0.1 adiacencia, agiacenzia; f: adiacenza.

0.2 Lat. adiacentia (LEI s.v. adiacentia).

0.3 Matteo Villani, Cronica, 1348-63 (fior.): 2.

0.4 In testi tosc.: Matteo Villani, Cronica, 1348-63 (fior.).

In testi sett.: Doc. padov., c. 1375.

0.5 Si noti agiacenzia, forma accostata al volg. aggiacere.

Locuz. e fras. con ogni adiacenza e pertinenza 2.

0.6 N Doc.: cit. tutti i testi.

0.7 1 Il trovarsi vicino (geograficamente). 2 [Dir.] [Nei contratti di donazione di beni immobili:] fras. Con ogni adiacenza e pertinenza: con tutte le proprietÓ fondiarie poste nei dintorni e dipendenti.

0.8 Milena Piermaria; Rossella Mosti 02.09.2008.

1 Il trovarsi vicino (geograficamente).

[1] f Zibaldone Andreini: La Sicilia si pu˛ nominare per una parte, o adiacenza dell'Italia. || Crusca (4) s.v. adiacenza.

2 [Dir.] [Nei contratti di donazione di beni immobili:] fras. Con ogni adiacenza e pertinenza: con tutte le proprietÓ fondiarie poste nei dintorni e dipendenti. || Cfr. Zolli, Adiacenze e pertinenze.

[1] Matteo Villani, Cronica, 1348-63 (fior.), L. 8, cap. 95, vol. 2, pag. 255.8: źGuiglielmo conte, figliuolo di messer Lottieri conte e di madonna Adalagia contessa, diede per rimedio dell'anima sua e de' suoi genitori, alla Chiesa e al monistero di Santo Salvadore, nel luogo che ssi dice Gallano, ove si dice lo Spitale, con ogni ragione, e agiacenzia, e pertinenzia sua, e qualunque e quanto a cquello luogo s'apartiene, in perpetuo a noi Ugo, e alli abati che per li tempi saranno...

[2] Doc. padov., c. 1375, pag. 42.13: per q(ue)la raxon che da mo ena(n)šo ol dicto Andrea e y so erey o a chi l'avesse d˛ raxon e acion en la dicta peza de t(er)ra o alguna p(ar)te de q(ue)la, debia av(er)la, tegnirla, posŕrla e de q(ue)la ognu(n)chana soa utilitŔ e volu(n)tŔ fare senša (con)tradicion e repeticion del dicto Zuane, co(n) acesso, i(n)g(re)sso, i(n)troyto et exito con ognu(n)chana adiace(n)cia (e) p(er)tinencia...

[3] Doc. padov., c. 1375, pag. 45.36: recevando p(er) si e p(er) gi soy herey a p(ro)p(ri)o (e) in raxon de p(ro)p(ri)o dexbrigo a lu de una peša de terra araura de cinq(ue) campi o cercha zagando i(n) lo ta(re)to(r)io de Pieve de Sacho i(n) la (con)trÓ del (con)vento i(n) raxon de lbr. XX el ca(n)po, ala qual (con)strenze da doma(n), da mezodý, da sera, da septe(n)t(ri)on la via comuna con accesso, i(n)gresso, i(n)troyto (e) exito co(n) ognu(n)chana adiace(n)cia (e) p(er)tine(n)cia...

[u.r. 27.11.2017]