ALB╚DINE s.m.

0.1 albedine.

0.2 Lat. albedo, albedinem (LEI s.v. albedo).

0.3 Piero Ubertino da Brescia, p. 1361 (tosc.): 1.

0.4 Att. solo in Piero Ubertino da Brescia, p. 1361 (tosc.).

0.7 1 Leucoma, albugine.

0.8 Alessandro Pancheri 10.03.1998.

1 Leucoma, albugine.

[1] Piero Ubertino da Brescia, p. 1361 (tosc.), pag. 61, col. 1.20: A macule e albedine d'occhi. Colorio bianco, e Ŕ isperto alla macula e albedine e alle enpitudine e asprešša e a qualumque cagione sia, e conserva il vedere e rimuove l'asprešša.

[2] Piero Ubertino da Brescia, p. 1361 (tosc.), pag. 74, col. 1.7: e poi che Ŕ sanata la piagha rimane nel luogho ulnerato la bianchešša, e poi sý Ěllo leverai colle medicine che Ónno a rimuovere la bianchešša colle cose che Ěssi contono nel capitolo dello albedine.

[u.r. 13.12.2017]