ALLIEVO s.m.

0.1 alevi, alievi, alievo, allievi.

0.2 Da allevare.

0.3 Stat. sen., Addizioni p. 1303: 1.

0.4 In testi tosc.: Stat. sen., Addizioni p. 1303; Doc. aret., 1349-60.

0.6 N Il signif. di 'discepolo' registrato in DELI 2 s.v. allievo da un volgarizzamento di san Girolamo del sec. XIV (senza es.).

Doc.: cit. tutti i testi.

0.7 1 Piccolo di animale.

0.8 Veronica Orazi; Elena Artale 21.05.2002.

1 Piccolo di animale.

[1] Stat. sen., Addizioni p. 1303, pag. 60.8: Castrone, montone, J denaio l'uno. Pecore, J denaio de le due: li alievi non paghino cavelle.

[2] Doc. aret., 1349-60, pag. 182.24: Memoria che d detto di sopra comparai dal Boia da Castillioni Fibocchi vinti pecore con dicesse[tte] alevi de rietro, le quali costaro li. quarantasei en tutto a s. XLVJ l'una.

[3] Boccaccio, Esposizioni, 1373-74, c. XII (i), par.11, pag. 561.33: qual toro piacque tanto a Mins che esso non l'uccise, ma guardollo per averne allievi tra gli armenti suoi.

[u.r. 23.04.2014]