ALTIVO agg.

0.1 altivo, ativa.

0.2 Da alto 1.

0.3 Anonimo Genovese (ed. Contini), a. 1311: 2.

0.4 In testi sett.: Anonimo Genovese (ed. Contini), a. 1311.

0.5 Locuz. e fras. in sopra l'altivo grado 1.

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Massimo, sommo. Locuz. avv. In sopra l'altivo grado: sommamente. 2 Che mira in alto, ambizioso.

0.8 Veronica Orazi; Elena Artale 25.05.2002.

1 Massimo, sommo. Locuz. avv. In sopra l'altivo grado: sommamente.

[1] Bosone da Gubbio, Avv. Cic., a. 1333 (eugub.>fior.), L. 3, cap. 4, pag. 384.16: Crediamo il vostro Re sarà tanto savio e averà tal consiglio che non dubito che questo presente popolo sarà in sopra l'altivo grado contento.

2 Che mira in alto, ambizioso.

[1] Anonimo Genovese (ed. Contini), a. 1311, 16.257, pag. 760: guardese de trabucar / e ponnan mente a li Pissan, / chi, cubitando eser sovram / e sobranzar li Genoeixi, / son quaxi tuti morti e preisi / e vegnui sote lor pe' / per gran züixo de De'. / Chi à la mente tropo ativa / en maor squaxo deriva».

[u.r. 17.01.2018]