AMMIRATIVAMENTE avv.

0.1 admirativamente, amirativamente.

0.2 Da ammirativo.

0.3 Jacopo della Lana, Purg., 1324-28 (bologn.): 1.

0.4 In testi tosc.: Ottimo (sec. red.), a. 1340 (fior.).

In testi sett.: Jacopo della Lana, Purg., 1324-28 (bologn.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Con sentimento di meraviglia o rispetto.

0.8 Chiara Coluccia 27.07.1999.

1 Con sentimento di meraviglia o rispetto.

[1] Jacopo della Lana, Purg., 1324-28 (bologn.), c. 23, 28-36, pag. 474, col. 1.23: Or seguendo so poema l'A. parla amirativamente, e dixe...

[2] Ottimo (sec. red.), a. 1340 (fior.), c. 1, pag. 348.8: Or se' ttu quel Virgilio ecc. . In questa parte l'auctore parla admirativamente, e fa quatro cose.

[3] Maramauro, Exp. Inf., 1369-73 (napol.>pad.-ven.), cap. 24, parr. 44-51, pag. 372.21: D. amirativamente chiama la potentia de Dio dicendo quanto sei vera, ch crossa cotali colpi, idest fa sonare per vendetta.

[4] Maramauro, Exp. Inf., 1369-73 (napol.>pad.-ven.), cap. 19, parr. 11-14, pag. 313.1: Qui admirativamente dice D. quanta l'arte etc., ed chiaro.

[u.r. 20.06.2006]