ANNANTI (2) prep.

0.1 anante, ananti, anenti, annanti.

0.2 Da innanti, con cambio di prefisso o assimilazione vocalica.

0.3 Pseudo-Uguccione, Istoria, XIII pm. (lomb.): 1.

0.4 In testi sett.: Pseudo-Uguccione, Istoria, XIII pm. (lomb.); Doc. venez., 1253.

In testi sic.: Giovanni Campulu, 1302/37 (mess.); Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.); Simone da Lentini, 1358 (sirac.).

0.5 Locuz. e fras. annanti a 1; annanti di 3.

0.7 1 Di fronte, al cospetto, alla presenza di (anche fig.). 1.1 Di fronte (a un luogo precisato). 1.2 In posizione precedente (a qno / qsa altro in una fila). 1.3 In una determinata circostanza, di fronte (a un'eventualitÓ). 2 [Con valore di misura:] oltre, pi¨ di. 3 [Con valore temporale:] in un momento precedente, prima.

0.8 Fabio Romanini 20.09.2000.

1 Di fronte, al cospetto, alla presenza di (anche fig.).

[1] Pseudo-Uguccione, Istoria, XIII pm. (lomb.), 1343, pag. 71: Quili c'a lui no vorÓ crere / Per miraculi nÚ per avere / Ananti si ig farÓ condur, / Ardre n'Ó far molti e destrur.

[2] Rainaldo e Lesengr. di Udine, XIII (ven.), 205, pag. 163, col. 1: źCompare ăilbert╗, šo dis Rainald, / źtu m'ai conduto in mala part; / bein te 'l vegni per tenpo a dir, / remor de povelo me ave alcir, / ch'eo no porave mia rason / dir ananti lo Lion.

[3] Paolino Minorita, 1313/15 (venez.), cap. 28, pag. 36.6: En questo mešo li parete k'el fosse menado en celo e fosse en compagnia delli angeli, li quali cantava annanti Dio kyri' eleyson...

[4] Sposiz. Pass. s. Matteo, 1373 (sic.), cap. 28, par. 10, vol. 2, pag. 194.28: Criiu ki dunari la vita sua ad hunur di Deu richipendu la morti per insignamentu di tucta obediencia a Deu, di tucta humilitati a li homini, di tucta perseverancia di virtuti, [[...]] esti tantu meritu ananti Deu, ki tucti li peccati non sunu mali.

- Locuz. prep. Annanti a.

[5] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 6, cap. 5, vol. 2, pag. 82.7: poy que lu populu di Ruma sappi da nutar Papiriu, per manu di lu quali per cumandamentu di lu consulu erannu stati scritti li patti et li convigni commu erannu arinduti, et fu certificatu lu populu que li Faliski aviannu dati non a lu putiri, ma ananti a la fidi di li Rumani, dipossi et adimisi tutta la ira con placivili animu...

1.1 Di fronte (a un luogo precisato).

[1] Doc. venez., 1253, 1, pag. 6.2: In la qual bradia sÚ metudi IIJ casali habitatori et šascun caxal ha la mitade ananti lo corso del canal aprovo la via...

[2] Angelo di Capua, 1316/37 (mess.), L. 9, pag. 164.22: Kistu andava dananti la skera di li soy et gridava dichendu inver li Truyani: "Non vi virgugnati vui annanti di lu seiu di Troya un'autra fiata essiri ritinuti intru li fossi?

[3] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 7, cap. 3, vol. 2, pag. 115.16: Alegru lu patrunu di la vacca di z˛, menata c'appi la vacca a Ruma in grandi spressa, misila in lu monti Aventinu ananti l'altari di la Dyana commu per dari a li Sabini lu imperiu di lu humanu lignayu per so sacrificiu.

[4] Cinquanta miracoli, XIV pm. (ven.), 16, pag. 37.25: Finalmentre cum grande speranša ella se retornÓ a la mare de misericordia e anenti lo so altar con grande lagreme, confessando lo so peccado, clamava lo so alturio.

1.2 In posizione precedente (a qno / qsa altro in una fila).

[1] Stat. venez., 1366, Tavola dei capitoli, pag. 12.22: CXLVIII capitolo. Che alcun navilio debia star uno ananti l'oltro ala riva de Riolto.

1.3 In una determinata circostanza, di fronte (a un'eventualitÓ).

[1] Paolino Minorita, 1313/15 (venez.), cap. 10, pag. 12.3: Ma lo forte, segondo che dise Aristotele, ananti lo perigolo Ŕ quieto, no irado nŔ furioso, et en lo perigolo mostra la forteza del so anemo.

2 [Con valore di misura:] oltre, pi¨ di.

[1] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 6, cap. 9, vol. 2, pag. 98.23: 14. Quintu Cepio andau ananti Crassu quantu a sagura et ad cerbitati di fortuna.

[2] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 7, cap. 8, vol. 2, pag. 140.18: issu Pompeyu frati di lu testaturi lu avia factu heredi per la may[u]r parti et lassavali ananti centu et cinquanta sestercij...

3 [Con valore temporale:] in un momento precedente, prima.

[1] Simone da Lentini, 1358 (sirac.), cap. 7, pag. 25.17: Et poi lu conti Rugeri, lassandu a lu duca Rubertu in Pugla, sindi vinni a rRigiu, la prima simana ananti la Quatragesima.

[2] Stat. venez., 1366, cap. 69, pag. 34.16: E fý ašonto in lo capitolar deli consiieri che ananti lo complimento de quello mese debia far elešere uno altro official in logo de quello, lo qual da quello notificado serÓ stado complir lo so termene.

[3] Sposiz. Pass. s. Matteo, 1373 (sic.), Tavola capp., vol. 1, pag. 4.1: Quod santu Iohanni dichi: "Ananti lu iornu di la Pasca", et non cuntrarýa a li autri evangelisti, ki contra dichinu: "In lu iornu di la Pasca".

- Locuz. prep. Annanti di.

[4] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 6, cap. 1, vol. 2, pag. 61.20: Nýn sustinni Leteriu que sentencia endi fussi data di z˛, ma issu ananti di la sentencia se absentau et fugiusindi, et da poy muriu.

[u.r. 05.02.2018]