ANNEGAMENTO (1) s.m.

0.1 annegamento, neghamento.

0.2 Da annegare 1.

0.3 Bart. da San Concordio, 1302/08 (pis.>fior.): 1.

0.4 In testi tosc.: A. Pucci, Libro, 1362 (fior.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Perdita, smarrimento (in senso razionale o morale). Fig.

0.8 Roberto Leporatti 27.05.2000.

1 Perdita, smarrimento (in senso razionale o morale). Fig.

[1] Bart. da San Concordio, 1302/08 (pis.>fior.), dist. 35, cap. 1, par. 5, pag. 493.2: Che cosa è femmina? Confusione d'uomo, non sazievole bestia, continua sollecitudine, battaglia sanza mancare, cotidiano danno, tempesta di casa, annegamento dello incontenente uomo, vaso d'avolterio...

[2] A. Pucci, Libro, 1362 (fior.), cap. 30, pag. 214.23: La femina è confusione dell'uomo, non sazievole bestia, continua solicitudine, battaglia senza triegua, continuo danno, tempesta di casa, annegamento dell'uomo, vaso d'avolterio...

[3] Libro del difenditore della pace, 1363 (fior.), diz. 2, cap. 20, par. 7, pag. 348.8: Perché a un solo vescovo qual si sia o a ssolo collegio de' cherichi per questa auttorità ottriata de' fedeli l'università al pericolo di naufragie (cioè di neghamento) susognarrà *, come de' già detti e a ddire chatuno di pensamenti ordinati puote intendere.

[u.r. 25.05.2017]