APPERC╔PERE (1) v.

0.1 aperceparsene, apercev˙, aperševudo, apercippi, apercippiru, apersevere, aperseverono, apersevete, apersevette, apersevettono, apersevute, apersevuto, apperceputo, apreševudo, 'persevuto.

0.2 Fr. ant. apercevoir.

0.3 Guido delle Colonne, XIII pm. (tosc.): 1.

0.4 In testi tosc. e toscanizzati: Guido delle Colonne, XIII pm. (tosc.); <Egidio Romano volg., 1288 (sen.)>; Libro del difenditore della pace, 1363 (fior.).

In testi sett.: Fr. Grioni, Santo Stady, a. 1321 (venez.).

In testi sic.: Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.).

0.7 1 Pron. Accorgersi. 2 Percepire con i sensi, vedere; conoscere intellettualmente, spiritualmente

0.8 Raffaella Pelosini 25.06.1999.

1 Pron. Accorgersi.

[1] Guido delle Colonne, XIII pm. (tosc.), 5.86, pag. 110: Cosý, madonna mia, / l'Amor s'Ŕ apperceputo / che non m'avria potuto / traer'a sÚ se non fusse per voi...

[2] <Egidio Romano volg., 1288 (sen.)>, L. 3, pt. 2, cap. 21, pag. 264.14: chŔ l'uomo pu˛ ben fare male, con intenzione di far bene; donde il giudice die pi¨ guardare, se pu˛ aperceparsene, alla intenzione che al fatto. || L'accento della forma (bisdrucciola) Ŕ dimostrato dall'apertura di er in a, caratteristica dell'area senese in postonia.

[3] Fr. Grioni, Santo Stady, a. 1321 (venez.), 2461, pag. 114: Eustadio, quando l'a veš˙ / L'oste de lla, e apercev˙ / Fo de aver pur la bataia, / Con chavallier pur de gran vaia / Un bastonšel prexe in soa man...

[4] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 7, cap. 5, vol. 2, pag. 130.24: Ca issu s'apercippi beni commu sayamenti issu divia sarciri quillu cunsulatu, lu quali issu avia impetratu con tanta fatiga.

2 Percepire con i sensi, vedere; conoscere intellettualmente, spiritualmente.

[1] Fr. Grioni, Santo Stady, a. 1321 (venez.), 2180, pag. 106: E quando lo fo aperševudo / E per lo inperador vešudo, / Allora dexese de prexente / Li chavalieri šo delly destrieri corenti.

[2] Libro del difenditore della pace, 1363 (fior.), diz. 1, cap. 12, par. 5, pag. 66.3: E lla chausa di ci˛ si Ŕ che ll'universitÓ de' cittadini puote melglo avertire e apersevere la difalta che ppu˛ chadere nella leggie che ll'uomo vuole stabolire e in chatuna parte di sÚ, chÚ tutte cose corporali son maggiori di quantitÓ e ddi vert¨ che qualunque parte di sÚ presa tutta per sÚ.

[3] Libro del difenditore della pace, 1363 (fior.), diz. 2, cap. 28, par. 16, pag. 472.18: źCosý quando sarÓ veduto il prenze de' pastori╗, di Gies¨ Cristo parlante, źapersevete la glolia, che non pu˛ infracidare╗.

[4] Libro del difenditore della pace, 1363 (fior.), diz. 2, cap. 29, par. 6, pag. 502.6: Io dico mispregievole stabolireste, questo a vostra reverenza io dico, cioŔ a ssapere che coloro isaminano le chause terrene, ch'anno apersevuto la sapienza delle cose di difuori.

[u.r. 19.05.2008]