APPICCIATO agg.

0.1 apiciate, apiciati, appicciata, appicciato.

0.2 V. appicciare.

0.3 Jacopone (ed. Contini), XIII ui.di. (tod.): 2.

0.4 In testi mediani e merid.: Jacopone (ed. Contini), XIII ui.di. (tod.); Doc. perug., 1339-67, [1339]; Stat. perug., 1342; Stat. castell., a. 1366.

0.7 1 Unito solidalmente a qsa. 1.1 Appeso. 2 Che arde e illumina (anche fig.).

0.8 Niccol Scaffai 06.07.2000.

1 Unito solidalmente a qsa.

[1] Doc. perug., 1339-67, [1339] 1, pag. 258.13: Ancho doie vegle de seta brunette apiciate asieme.

[2] Stat. perug., 1342, L. 3, cap. 219, par. 1, vol. 2, pag. 295.1: Conciosiacosak'al tempo de la state le tenche del laco del comuno de Peroscia se fregheno a le cannuccie s ke gli uova d'esse remangono ad esse cannuccie apiciate...

1.1 Appeso.

[1] Stat. castell., a. 1366, pag. 129.15: Ancho dicemo, volemo et ordenamo che de qui a IIIJ d, che 'l priore el quale ne per lo presente tempo debbia fare leggiare et notificare tutti questi capitoli, et debbiale fare scrivare en carta pecorina et legare et coperti con tavolette, et debbiale fare stare apiciati en sulla scranna cione en ghiesa et ne stieno.

2 Che arde e illumina (anche fig.).

[1] Jacopone (ed. Contini), XIII ui.di. (tod.), 22.37, pag. 141: Quanno la prima messa da te fo celebrata, / venne una tenebria per tutta la contrata; / en santo non remase luminera appicciata: / tal tempesta levata l 've tu stavi a dire.

[2] Jacopone (ed. Ageno), XIII ui.di. (tod.), 52.6, pag. 205: "Da puoi ch'eo presi carne de la umana natura, / sostenne passione con una morte dura; / desponsai la Ecclesia fidelissima e pura, / puse en lei mia cura d'uno amore appicciato.

[u.r. 18.02.2008]