APPREDARE v.

0.1 appredaro.

0.2 Da preda.

0.3 Buccio di Ranallo, Cronaca, c. 1362 (aquil.): 1.

0.4 Att. unica nel corpus.

0.7 1 Fare preda, prendere come preda.

0.8 Fabio Romanini 06.07.1999.

1 Fare preda, prendere come preda.

[1] Buccio di Ranallo, Cronaca, c. 1362 (aquil.), quart. 1023, pag. 235: Poi arsero Pescara et gerono a Lanciano / Et poserovi l'oste, in quello bello plano; / Lanciano era inforzato; bene se defenzano; / No vi appredaro tanto che vallia un ancontano. / Ferero nella Guardia, lo Palliaro abrusciaro, / MenÓronne presciuni, li quali se recattaro; / Et po gero allo Guasto; per forza lo pilliaro, / Occisero multi homini et tucto lo robaro.

[u.r. 19.09.2006]