ARNOMANZ╠A s.f.

0.1 f: arnomanzia.

0.2 Gr. arnˇs 'agnello' e manteia 'divinazione' (DEI s.v. arnomanzia).

0.3 f Ottimo, Inf., a. 1334: 1.

0.4 Non att. nel corpus.

0.6 N TB cita l'ed. Torri, ma nel luogo menzionato il testo usato per il corpus ripristina la lezione del ms.: źed Ŕ appellata sparmanzia╗: cfr. Ottimo, Inf., a. 1334 (fior.), c. 20, proemio, pag. 358.41.

0.7 1 Divinazione compiuta esaminando i visceri degli agnelli.

0.8 Rossella Mosti 16.05.2000.

1 Divinazione compiuta esaminando i visceri degli agnelli.

[1] f Ottimo, Inf., a. 1334: Altri predicono in una spalla d'agnello ed Ŕ appellata arnomanzia. || TB s.v. arnomanzia.

[u.r. 09.02.2018]