ARRICCHIMENTO s.m.

0.1 arricchimento.

0.2 Da arricchire.

0.3 F Scala del Paradiso volg., XIV m. (tosc.): 1; Francesco da Buti, Par., 1385/95 (pis.): 1.

0.4 Att. unica nel corpus.

0.6 N L'es. giordaniano, cit. a partire da Crusca (4) e passato a TB e GDLI, potrebbe essere un falso del Redi: cfr. Volpi, Le falsificazioni, pp. 88-90.

0.7 1 Il far guadagno, il diventare ricco (anche fig.).

0.8 Rossella Mosti 09.07.2007.

1 Il far guadagno, il diventare ricco (anche fig.).

[1] F Scala del Paradiso volg., XIV m. (tosc.): La speranza Ŕ uno arricchimento di ricchezze incerte ed occulte... || Ceruti, Scala, p. 486.

[2] Francesco da Buti, Par., 1385/95 (pis.): E secondo che dice Albumasar, nel trattato VII, differenzia IX, lo pianeto Iove Ŕ di natura calda, umida, aera, temperata, e significa naturale anima e vita e corpi animati, [[...]] et arricchimento e sicurtÓ in ogni cosa...

[3] f Giordano da Pisa, Prediche (Redi): Non alla gloria eterna del cielo, ma allo arricchimento mondano tengono volto il pensiero. || Crusca (4) s.v. arricchimento.

[u.r. 10.09.2008]