ARRIPRESENTARE v.

0.1 arapresentaro, arapresenti, aripresenta, aripresentassi, aripresentata, aripresentau, arriprisintari.

0.2 Da ripresentare.

0.3 Jacopone (ed. Contini), XIII ui.di. (tod.): 1.2.

0.4 In testi mediani e merid.: Jacopone (ed. Contini), XIII ui.di. (tod.); Annali e Cron. di Perugia, c. 1327-36 (perug.).

In testi sic.: Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Mostrare, far vedere. 1.1 Venire al cospetto di qno. 1.2 Offrire. 1.3 Proporre all'attenzione con un fine didattico e dimostrativo. 2 Riprodurre, imitare. 2.1 Rappresentare qno mediante immagine, effigiare.

0.8 Roberto Leporatti 27.10.2000.

1 Mostrare, far vedere.

[1] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 5, cap. 1, vol. 2, pag. 7.8: Issu medemmi lu Senatu, audendu que Brusia rigi di Bithinia vinnia ad issu, mandau Scipiuni tresureru a Capua et urdenau que fussi lucata per illu una casa, la melyu qui se truvassi, et que se facissiru habundatamenti li spissi non skittu ad issu ma a tutti quilli di sua cumpagna et, ad inscuntrarlu et aricolgirilu, tutta la citati di Ruma aripresentau la fašši di unu sulu amicu.

1.1 Venire al cospetto di qno.

[1] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 8, cap. 7, vol. 2, pag. 168.6: 23. E per summa iniquitati loru cachatu di la patria et constrittu di fugiri a Serses, lu quali issu avia vinchutu un pocu ananti, anti que issu se aripresentassi ad issu, ambizau a parlari persiscu...

1.1.1 Pron. Presentarsi davanti all'autoritÓ per sottoporsi a un giudizio.

[1] Annali e Cron. di Perugia, c. 1327-36 (perug.), pag. 227.16: che se dicea che 'l priore de Fonte e Cichino de meser Venciolo e Felipuccio de meser Gualferduccio e Venciarello da Betona se volÚno rapresemtare, per ch'avÚno uciso meser Oddo de gl'Onde. Onde che no s'arapresentaro e fuore contumace tutte quante elo capo dal collo: che fuoro XVIIIJ huomene, salvo Cechino che fo pecuniale.

1.2 Offrire.

[1] Jacopone (ed. Contini), XIII ui.di. (tod.), 17.8, pag. 125: O castetate, flore / che te sostene amore! / O fior de castetate, / odorifero giglio / con molta suavetate, / se' de color vermeglio / ed a la Trinetate / sý arapresenti odore.

1.3 Proporre all'attenzione con un fine didattico e dimostrativo.

[1] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 3, cap. 2, vol. 1, pag. 103.20: Grandi exemplu intra di quisti aripresenta la antiquitati.

[2] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 7, cap. 5, vol. 2, pag. 128.16: Eciamdeu la condiciuni di lu campu aripresentata utilimenti amagistrarÓ quilli qui intendinu ad aviri officij, a sustinniri fortimenti li casi qui acadenu a li esliciuni di li officiali.

2 Riprodurre, imitare.

[1] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 8, cap. 3, vol. 2, pag. 156.5: Ma Hortensia, filya di Quintu Hortensiu, con z˛ sia cosa que lu ordini di li matruni fussi troppu agravatu da li triunviri, nýn nullu masculu non ausava avucari per issi, issa minau lu chaytu di li fimini et beni et prosperamenti ananti di li triunviri ca, la facundia di lu patri aripresentata, impretau que la mayur parti di la munita se lur remittissi.

[2] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 8, cap. 12, vol. 2, pag. 176.31: La quali adrizata da la fortuna intra li naski di lu cavallu fici z˛ que lu pingituri avia disiyatu. Adonca lu exemplu lu quali l'arti non pocti dibussari oy adumbrari, lu casu fortuytu lu aripresentau.

2.1 Rappresentare qno mediante immagine, effigiare.

[1] Accurso di Cremona, 1321/37 (mess.), L. 2, cap. 1, vol. 1, pag. 66.2: Statua indaurata ný in Ruma ný alcuna parti di Ytalia nullu homu non la vitti si non que inprimamenti la fici fari Marcu Attiliu Glabio; et ficila mittiri ad arriprisintari so patri a cavallu in lu templu di la Pietati.

[u.r. 02.04.2008]