ASFLORE s.m.

0.1 asflore, asfore, asfrole, astifore, zafflore, zaffole, zaflore.

0.2 Pellegrini, Arab., p. 118 (ar. 'usfur).

0.3 Zucchero, Santà , 1310 (fior.): 1.

0.4 In testi tosc.: Zucchero, Santà , 1310 (fior.).

N Att. solo fior.

0.6 N Sulla pluralità delle forme del lemma cfr. i relativi glossari delle edizioni di rif. Cfr. anche usfaru.

Doc.: cit. tutti i testi.

0.7 1 [Bot.] Erba delle Composte Tubuliflore, dai cui semi si estrae una sostanza colorante rossastra (Carthamus tinctorius), usata anche in farmacopea. Detto anche a indicare la tintura.

0.8 Raffaella Pelosini 21.02.2000.

1 [Bot.] Erba delle Composte Tubuliflore, dai cui semi si estrae una sostanza colorante rossastra (Carthamus tinctorius), usata anche in farmacopea. Detto anche a indicare la tintura.

[1] Zucchero, Santà , 1310 (fior.), Pt. 2, cap. 5, pag. 130.33: E se del seme della nipitella fate polvere sottile, e mescolate con allume di piuma e con un poco di psillio, e stenperate con un poco d'aqua di zaflore, e fatene pillole grossete; e quando usare le volete sì lle distenperate, una o due, d'aqua di fiori di nipitella o d'aqua rosata e vi ne ungniete il viso...

[2] Pegolotti, Pratica, XIV pm. (fior.), pag. 34.13: Asfrole, e fassi tara del sacco e della corda, e poi che n'è fatto tara rimane il sacco e corde al comperatore per niente.

[3] Pegolotti, Pratica, XIV pm. (fior.), pag. 77.19: A cantara di peso e a pregio di bisanti si vendono in Cipri Pepe tondo, polvere di zucchero, cassia fistola, e gengiovo, cotone filato, vermiglione, cannella, cera, lisciadro, verzino, allume, salarmoniaco, lacca, galla, nocelle, zettoaro, aloe, astifore, coloquinta, incenso, argento vivo...

[4] Pegolotti, Pratica, XIV pm. (fior.), pag. 230.11: Grana, lacca, indaco, allume, asflore, guado nè nulla altra tinta non osa trarre del reame chi non avesse la tratta, imperò che quando si compera si vuole comperare colla tratta, chè altrimenti chi le comperasse sarebbono impacciate...

[u.r. 24.07.2009]