ASMARE v.

0.1 asma, asmare.

0.2 Fr. ant. esmer (LEI s.v. aestimare, 1, 1160.40).

0.3 Nicol˛ de' Rossi, Rime, XIV pi.di. (tosc.-ven.): 1.1.

0.4 Att. solo in testi di provenienza non univoca.

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Lo stesso che esmare. 1.1 Pron. Immaginarsi.

0.8 Raffaella Pelosini 05.01.2000.

1 Lo stesso che esmare. || Diversamente Salvioni: 'radunare', da un *assemare (assieme).

[1] Apollonio di Tiro, XIV m. (tosc.-venez.), incipit, pag. 33.21: Et a quelle mammole disse ch'elle fossero libere perš˛ ch'elle avevano servido con ella, et ch'elle tollessero tanto delli beni de quello roffian, quanto ch'elle podevano asmare ch'elle avessero guadangnado dello so chorpo non lišitamente.

1.1 Pron. Immaginarsi.

[1] Nicol˛ de' Rossi, Rime, XIV pi.di. (tosc.-ven.), Son. 38.2, pag. 43: Lo cor mi pasma - che s'asma - quel passo / o' amore scontra - che contra - li passo, / et a proferto - per certo - si passo / quel'erba - acerba - che da vita passo...

[u.r. 20.02.2018]