ASPETTARE (2) v.

0.1 aspecta, aspetando, aspettano.

0.2 Da lat. spectare, con pref. ad‑.

0.3 Giovanni da Vignano, XIII/XIV (bologn.>ven.): 1.

0.4 In testi tosc.: Fr. da Barberino, Doc. Am., 1314 (tosc.); Tavola ritonda, XIV pm. (fior.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Pensare, considerare (a qsa, qsa). 2 Essere davanti, al cospetto (di qsa).

0.8 Raffaella Pelosini 10.04.2001.

1 Pensare, considerare (a qsa, qsa).

[1] Giovanni da Vignano, XIII/XIV (bologn.>ven.), cap. 55, pag. 298.4: E nu' avemo sustignu', come eo ˛ dito denanše, quelo cusý grande dolore, aspetando pi¨ al vostro honore che a nu' ve[n]degare.

[2] Fr. da Barberino, Doc. Am., 1314 (tosc.), pt. 1, docum. 2.7, vol. 1, pag. 47: Queste octo cose aspecta / che fan disdar, se bene actendi, alchuno.

2 Essere davanti, al cospetto (di qsa).

[1] Tavola ritonda, XIV pm. (fior.), cap. 31, pag. 112.3: - Allo potente signore, magna nobilitÓ e onore. Mon signor lo re Artus, li vostri Alielle e Agalone, con raccomandagione, e prossime salutazioni intimi, e nobilitÓ di vostra corona, ed a onore e pregio di vostra dama reina Ginevra, e di monsir Lancialotto, e di tutti altri baroni e cavalieri, i quali aspettano a vostra grandezza e stato.

[u.r. 20.02.2018]