ATTECCHIRE v.

0.1 attecco; f: attecchire, attecchiscono.

0.2 Got. *thikjan 'prosperare' (DELI 2 s.v. attecchire).

0.3 Cecco Nuccoli (ed. Marti), XIV pm. (perug.): 1.2.

0.4 Att. unica nel corpus.

0.6 N L'es. del Libro di similitudini, cit. a partire da Crusca (4), passato a TB e GDLI, potrebbe essere un falso del Redi: cfr. Volpi, Le falsificazioni, pp. 77-78.

0.7 1 [Agr.] Mettere radici (detto di una pianta). 1.1 [Per similitudine, detto di persone:] prosperare. 1.2 Pron. Essere in perfetto accordo con qno.

0.8 Rossella Mosti 19.04.2000.

1 [Agr.] Mettere radici (detto di una pianta).

[1] f Libro di similitudini: Erbe che per l'ariditÓ del terrreno vengono meno, e non attecchiscono di verno, nÚ hanno attecchimento di primavera. || Crusca (4) s.v. attecchimento.

1.1 [Per similitudine, detto di persone:] prosperare.

[1] F Storia di MosŔ, XIV (tosc.): con grande pianto [[lo padre]] and˛ a baciare lo suo dolce figliuolo; e lo fanciullo incominci˛ attecchire, e a crescere maravigliosamente... || Manuzzi, MosŔ, p. 14.

1.2 Pron. Fig. Essere in perfetto accordo con qno.

[1] Cecco Nuccoli (ed. Marti), XIV pm. (perug.), tenz. 12.3.16, pag. 794: Vostro mi fo en monte, en cost' e en piano, / da poi che col bel dir teco m'attecco...

[u.r. 29.03.2018]