ATTERGARE v.

0.1 atterga.

0.2 Da tergo.

0.3 Dante, Commedia, a. 1321: 1.

0.4 Att. unica nel corpus.

0.5 Solo pron.

0.7 1 Pron. Accostare il proprio tergo (oppure 'porsi al tergo').

0.8 Pr Larson 20.06.1999.

1 Pron. Accostare il proprio tergo (oppure 'porsi al tergo'). || Cfr. ED s.v. attergare.

[1] Dante, Commedia, a. 1321, Inf. 20.46, vol. 1, pag. 334: ribatter li convenne / li duo serpenti avvolti, con la verga, / che ravesse le maschili penne. / Aronta quel ch'al ventre li s'atterga, / che ne' monti di Luni, dove ronca / lo Carrarese che di sotto alberga, / ebbe tra ' bianchi marmi la spelonca / per sua dimora...

[u.r. 23.10.2007]