ATTRAPPARE v.

0.1 attrappare, attrappato.

0.2 Fr. ant. atraper.

0.3 Bosone da Gubbio, Avv. Cic., a. 1333 (eugub.>fior.): 1.

0.4 In testi tosc.: Deca prima di Tito Livio, XIV pm. (fior.).

0.6 N Doc esaustiva.

0.7 1 Acchiappare, impadronirsi di.

0.8 Pr Larson 09.11.1999.

1 Acchiappare, impadronirsi di.

[1] Bosone da Gubbio, Avv. Cic., a. 1333 (eugub.>fior.), L. 2, cap. 14, pag. 238.23: Ancora disideri guatare i sonni profondi dei vivi mariti, e attrappare i beni de' morti. Veggio, come presente fossi, ove fortuna ti mena.

[2] Deca prima di Tito Livio, XIV pm. (fior.), L. 3, cap. 5, pag. 248.16: Furio il legato (ch'era fratello del consolo) corse pi innanzi; e tanto fu intento a cacciare, ch'egli non s'avvide de' suoi che si tornavano, n de' nemici che dietro gli venivano. E cos fu attrappato da' nemici; e come assai si fosse sforzato di prendere via di tornare a' suoi, alla fine combattendo aspramente cadde, e fu morto.

[u.r. 21.10.2008]