BDELLIO s.m.

0.1 bdelium, bdeliy, bdellium, bidelio, bidellio, delio, dellio.

0.2 Lat. bdellium (LEI s.v. bdellium).

0.3 Belcalzer (ed. Ghinassi), 1299/1309 (mant.): 1.

0.4 In testi tosc.: Pegolotti, Pratica, XIV pm. (fior.).

In testi sett.: Belcalzer (ed. Ghinassi), 1299/1309 (mant.).

In testi mediani e merid.: Cronaca volg. isidoriana, XIV ex. (abruzz.).

0.7 1 Resina gommosa ricavata da un albero della famiglia delle Burseracee usata in farmacia per emulsioni e impiastri.

0.8 Massimiliano Chiamenti 17.05.2001.

1 Resina gommosa ricavata da un albero della famiglia delle Burseracee usata in farmacia per emulsioni e impiastri.

[1] Belcalzer (ed. Ghinassi), 1299/1309 (mant.), Tavola generale, pag. 55.3: Capitol de bdeliy.

[2] Pegolotti, Pratica, XIV pm. (fior.), pag. 299.31: Delio si garbella, e sua garbellatura non vale niente.

[3] Gregorio d'Arezzo (?), Fiori di med., 1340/60 (tosc.), pag. 64.25: Ancora buono a cci innaffiare la casa, od altro luogo, con acqua, ove sia stemperato sale armoniaco, anche affummichare con pece, overo serapino overo b[i]dellio.

[4] Cronaca volg. isidoriana, XIV ex. (abruzz.), pag. 119.3: E l nasce lo megliore auro che se trove nel mundo; et ancora l se trova lo dellio, lo oniche et lo carbunculo et multe altre gemme et [prete] pretiose, le quali tira et mena con seco lo dicto fiume insieme con le aurate arene.

[5] Bibbia (02), XIV-XV (tosc.), Nm 11, vol. 2, pag. 64.14: [7] E quella manna si era come seme di coriandri, fatta nel colore d'una gumma lucida, la quale si chiama Bdellium.

[u.r. 14.02.2019]