BEGHINO s.m.

0.1 beghino, bighino.

0.2 V. beghina.

0.3 Fiore, XIII u.q. (fior.): 1.

0.4 In testi tosc.: Fiore, XIII u.q. (fior.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Uomo devoto, votato a umiltÓ e astinenza, che aderisce ad associazioni non conventuali.

0.8 Raffaella Pelosini 07.12.2000.

1 Uomo devoto, votato a umiltÓ e astinenza, che aderisce ad associazioni non conventuali.

[1] Fiore, XIII u.q. (fior.), 101.11, pag. 204: Ancor mi fo romito e pellegrino, / Cherico e avocato e g[i]ustiziere / E monaco e calonaco e bighino...

[2] Novellino, XIII u.v. (fior.), 60, pag. 255.9: "Il re si Ŕ quasi beghino, e per la grande bontade di vostra persona elli spera di prendere e di fare prendere a voi drappi di religione per avere la vostra compagnia.

[u.r. 14.02.2019]