BROGLIARE v.

0.1 broglia, brogliare, brogliavano; f: brogliava.

0.2 DEI s.v. brogliare (fr. ant. brooillier).

0.3 Dante, Commedia, a. 1321: 1.

0.4 In testi tosc.: Dante, Commedia, a. 1321.

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Agitarsi. 1.1 Fig. 1.2 Intrigare.

0.8 Maria Clotilde Camboni 22.07.2001.

1 Agitarsi.

[1] Dante, Commedia, a. 1321, Par. 26.97, vol. 3, pag. 435: Talvolta un animal coverto broglia, / s che l'affetto convien che si paia / per lo seguir che face a lui la 'nvoglia; / e similmente l'anima primaia / mi facea trasparer per la coverta / quant'ella a compiacermi vena gaia.

[2] Boccaccio, Argomenti, 1353/72 (?), Inf., 167, pag. 239: Poi, nella chiostra / di Malebolge seguente, brogliare / fra' serpi vede della gente nostra, / quivi dannati per lo lor furare...

1.1 Fig.

[1] f Pistole di Seneca, XIV pm.: Venuto il mese di dicembre, nel quale tutta gente broglia e tempesta. || Crusca (Gl.) s.v. brogliare.

1.2 Intrigare.

[1] Matteo Villani, Cronica, 1348-63 (fior.), L. 9, cap. 99, vol. 2, pag. 434.12: i Bolognesi spaventati ebbono gran paura, onde d e notte stando in sollicita guardia sagacemente de' sospetti cercavano, li quali nel mormorio del popolo brogliavano.

[2] f Deca seconda di Tito Livio, XIV: A Raoma si seppe... che tutta Sannia brogliava, e che le citt vicine... badavano a ribellione. || Crusca (Gl.) s.v. brogliare.

[u.r. 26.09.2008]