CARATO s.m.

0.1 caracti, caractu, carat., carate, carati, carato, caratto, carrate, carrati, charati, charato, karati, karato, kirati.

0.2 DELI 2 s.v. carato (ar. qirat).

0.3 Brunetto Latini, Favolello, 1260/66 (fior.): 2.

0.4 In testi tosc.: Brunetto Latini, Favolello, 1260/66 (fior.); Doc. pis., 1288-1374, [1338].

In testi sett.: Doc. venez., 1307 (4); Jacopo della Lana, Inf., 1324-28 (bologn.).

In testi sic.: Sposiz. Pass. s. Matteo, 1373 (sic.).

0.7 1 [Mis.] La ventiquattresima parte di un'oncia. 2 [Mis.] Unità di misura delle leghe aurifere. 3 [Mis.] Unità di misura delle pietre preziose. 4 Ciascuna delle ventiquattro parti nelle quali è divisa la proprietà di un bene. 4.1 Fig. 5 Ciascuna delle ventiquattro parti nelle quali è divisa la proprietà di una nave mercantile.

0.8 Francesca Gambino 21.01.2002.

1 [Mis.] La ventiquattresima parte di un'oncia.

[1] Pegolotti, Pratica, XIV pm. (fior.), pag. 44.25: Pepe, e incenso, giengiovo, mastico, cannella, zettovare, e di tutte altre spezierie grosse che si garbellano, carati uno per centinaio di peso.

[2] Piero Ubertino da Brescia, p. 1361 (tosc.), pag. 57, col. 2.4: R(ecipe) tuçia, charmen hutuch an. d. I, liligo, ofar, çençamo an. d. ½, pepe lungo, memita an. d. II ½ e due carati, melonchidi d. I...

2 [Mis.] Unità di misura delle leghe aurifere.

[1] Brunetto Latini, Favolello, 1260/66 (fior.), 161, pag. 284: Qui ti saluto ormai: / e quel tuo di Latino / tien' per amico fino / a tutte le carrate / che voi oro pesate. || Contini: «è sempre stato inteso come l'arabismo "carati"».

[2] Jacopo della Lana, Inf., 1324-28 (bologn.), c. 30, 46-57, pag. 714, col. 1.4: Questo si fo maestro Adamo monedero, lo quale [[...]] sí falsificò li fiorini fazandoli pur de XXJ carrati...

[3] Zibaldone da Canal, 1310/30 (venez.), pag. 17.16: Carato sì è a dir u· nome de pesso lo qual è 1/3 d'onça de fin oro perçiò che chi avesse una marcha de fin oro sì pessarave 8 onçe e vegniria 24 charati de fin oro.

[4] Giovanni Villani (ed. Porta), a. 1348 (fior.), L. VII, cap. 53, vol. 1, pag. 346.4: E allora si cominciò la buona moneta d'oro fine di XXIIII carati, che si chiamano fiorini d'oro, e contavasi l'uno soldi XX...

3 [Mis.] Unità di misura delle pietre preziose.

[1] Pegolotti, Pratica, XIV pm. (fior.), pag. 26.28: Perle a dicine di saggi, cioè perle di carati 2 1/2 insino in 14, cioè il filo che sono perle 36 a conto per filo...

[2] Piero Ubertino da Brescia, p. 1361 (tosc.), pag. 39, col. 2.4: R(ecipe) tuçia q. I, perle non forate carat. I...

4 Ciascuna delle ventiquattro parti nelle quali è divisa la proprietà di un bene.

[1] Doc. pis., 1288-1374, [1338], pag. 755.13: la meità intera per non partita d'uno karato delli vintiquactro carati interi per non partiti del soprascripto pesso di terra...

4.1 Fig.

[1] Sposiz. Pass. s. Matteo, 1373 (sic.), Prologo, cap. 15, vol. 1, pag. 46.22: si Deu per misericordia perdunassi di li XXIIII caracti li XXIII et l'unu sulu caractu dimandassi iusticia...

5 Ciascuna delle ventiquattro parti nelle quali è divisa la proprietà di una nave mercantile.

[1] Doc. venez., 1307 (4), pag. 48.28: Eo Marco Verardo sì digo a voi signori çudesi per sagramento ca Bonisegna deli Cagnoli sì à carati IJ dela mia galia...

[u.r. 18.05.2010]