AGGECCHITO agg.

0.1 agechita, agiechito.

0.2 V. aggecchire.

0.3 Arrigo Baldonasco (ed. Panvini), XIII sm. (tosc.): 2.

0.4 In testi tosc.: Arrigo Baldonasco (ed. Panvini), XIII sm. (tosc.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Che manifesta sottomissione e rispetto; ossequioso, umile. 2 Che ha subito un'umiliazione, avvilito.

0.8 Elena Artale 12.12.2002.

1 Che manifesta sottomissione e rispetto; ossequioso, umile.

[1] Sonn. ann. Vat.Lat. 3793, XIII/XIV (tosc.), 41.10, pag. 118: Ricorditi che m'avesti in balia / ed i' mi ti mostrai cos agechita / non mi dovea lasciar, per cortesia...

[2] Laudario Magliabech., XIV sm. (fior.), 68 bis.1, pag. 311: Con divota mente pura ed agechita / laudiamo sancto Paulo primo heremita.

2 Che ha subito un'umiliazione, avvilito.

[1] Arrigo Baldonasco (ed. Panvini), XIII sm. (tosc.), 1.57, pag. 395: Signor, vo' spiaccia / veder qual lui s'al[l]accia, / perch 'n tutto fallito / ed cos agiechito, / che seguitore / non fidi ben suo core / fin c'ar pensamento.

[u.r. 07.03.2006]