AMBROSIANO agg.

0.1 ambrogiano, ambrosiano.

0.2 Lat. crist. ambrosianus (LEI s.v. ambrosianus).

0.3 Leggenda Aurea, XIV sm. (fior.): 1.

0.4 Att. solo in Leggenda Aurea, XIV sm. (fior.).

0.7 1 Relativo a sant'Ambrogio, vescovo di Milano, e specif. alla liturgia da lui istituita. Messale Ambrosiano. Ufficio Ambrosiano.

0.8 Rossella Mosti 08.06.2006.

1 Relativo a sant'Ambrogio, vescovo di Milano, e specif. alla liturgia da lui istituita. Messale Ambrosiano. Ufficio Ambrosiano.

[1] Leggenda Aurea, XIV sm. (fior.), cap. 46, S. Gregorio, vol. 1, pag. 396.22: In quello tempo, come si legge ne la vita di santo Eugenio, tegnendosi da le chiese l'Officio Ambrogiano pi¨ che Gregoriano, il Papa di Roma, che avea nome Adriano, ragun˛ il consiglio, lÓ ove fu ordinato che l'Officio Gregoriano si dovesse osservare universalmente.

[2] Leggenda Aurea, XIV sm. (fior.), cap. 46, S. Gregorio, vol. 1, pag. 397.23: trovarono il messale Gregoriano tutto squadernato e sparto qua e lÓ, ma il messale Ambrosiano trovarono solamente aperto sopra l'altare in quello medesimo luogo lÓ ove l'aveano posto. Per lo quale segnale furono ammaestrati da Dio che lo Offizio Gregoriano si dovesse ispargere per tutto il mondo, ma lo Ambrosiano si dovesse conservare solamente ne la sua chiesa.

[u.r. 17.01.2018]