AREDENTE agg.

0.1 aredente.

0.2 V. arrendere.

0.3 Anonimo Genovese (ed. Cocito), a. 1311: 1.

0.4 Att. unica nel corpus.

0.6 N Cocito emenda in «ensir ben [d]a [lo] re' dente» la lezione del ms. (enser ben are dente), sostanzialmente mantenuta anche da Nicolas, Anon. gen., p. 430: «en 'ser ben are<n>dente».

0.7 1 Lo stesso che arrendevole.

0.8 Elena Artale 25.09.2008.

1 Lo stesso che arrendevole.

[1] Anonimo Genovese (ed. Cocito), a. 1311, 143.191, pag. 606: Perché tu vņi ben ponne mente / en [e]ser ben aredente, / se aspeitar vņi segur la morte, / pensa de far lavanda fo/ de tar aigua o tar lexia / chi ogni mar descaze via.