INCROCICCHIATO agg.

0.1 incrocicchiate, incrocicchiati, incrocichiate; f: incrocicchiato.

0.2 V. incrocicchiare.

0.3 Dino Compagni, Cronica, 1310-12 (fior.): 1.

0.4 In testi tosc.: Dino Compagni, Cronica, 1310-12 (fior.).

0.6 N Doc.: cit. tutti i testi.

0.7 1 Disposto in modo da formare la figura di una croce, lo stesso che incrociato.

0.8 Maria Fortunato 11.11.2013.

1 Disposto in modo da formare la figura di una croce, lo stesso che incrociato.

[1] Dino Compagni, Cronica, 1310-12 (fior.), L. 3, cap. 25, pag. 204.8: per loro arme portavan una torre nella metÓ dello scudo dal lato ritto, e dall' altro lato due griffi incrocicchiati...

[2] Boccaccio, Ameto, 1341-42, cap. 12, pag. 709.2: ampissime trecce composte vede sopra l' estremitÓ del collo ricadere; e quindi, l' una verso la destra parte e l' altra verso la sinistra incrocicchiate, risalire al colmo del biondo capo...

[3] Sacchetti, La battaglia, 1353 (fior.), III, ott. 40.7, pag. 49: ed ecco giugner con pulito viso / Itta vezzosa, d' ogni virt˙ rama, / sovr' un destrier coverto d' un aliso / velluto incatenato per suo' fama / d' incrocichiate catene d' argento / con tante perle che mi fe' pavento.

- A forma di croce.

[4] F Leggenda di s. Guglielmo d'Orange volg., XIV (fior.): si mise uno ciliccio in su la detta panziera per ricoprirsi le carni; e poi si mise uno cerchio di ferro in capo, incrocicchiato, per memoria della passione di Cristo... || De Luca, Prosatori, p. 1178.

[u.r. 28.03.2014]