IMPUDICO agg./s.m.

0.1 impudica, impudicha, impudiche, impudichi, impudici, impudico, 'mpudiche.

0.2 Lat. impudicus (DELI 2 s.v. impudico).

0.3 Cavalca, Esp. simbolo, a. 1342 (pis.): 1.

0.4 In testi tosc.: Cavalca, Esp. simbolo, a. 1342 (pis.); Jacopo Passavanti, Tratt. superb., c. 1355 (fior.).

In testi sett.: Gid. da Sommacamp., Tratt., XIV sm. (ver.).

0.7 1 Privo di pudore o vergogna. 2 Sost.

0.8 Paolo Pellecchia 31.12.2013.

1 Privo di pudore o vergogna.

[1] Cavalca, Esp. simbolo, a. 1342 (pis.), L. 2, cap. 15, vol. 2, pag. 264.3: Ed anco dice, che l' occhio impudico segno di cuore impudico, e disonesto.

[2] Jacopo Passavanti, Tratt. superb., c. 1355 (fior.), cap. 2, pag. 190.27: Dove non ligittimi figliuoli ma figliuole inlegittime ingenerate, la madre insieme con loro per tutto il mondo, [[...]], traggono ogni uomo, di qualunche condizione e stato sia, che trarre si lasci, quali cogl' impudichi sguardi, quali con disonesti sembianti, quali con disideroso diletto e quali colle promesse larghe.

[3] Boccaccio, Argomenti, 1353/72 (?), Purg. 169, pag. 248: In quel loco / pi anime conobbe, che 'mpudiche / furon vivendo.

[4] Francesco da Buti, Par., 1385/95 (pis.), c. 17, 46-57, pag. 500.12: Elli la lasci, non volendo cosa che fusse toccata dalle sue mani impudiche e fugg della cambera.

[5] Gid. da Sommacamp., Tratt., XIV sm. (ver.), cap. 2, par. 102, comp. 40.9, pag. 113: Deh, come gran faticha / nela faa impudicha / non palesar la commessa diffetta!

2 Sost.

[1] Cavalca, Ep. Eustochio, a. 1342 (pis.), cap. 7, pag. 397.10: Perch gl' impudichi non sanno mirare la bellezza dell' anima, ma pur quella degli corpi.

[2] Bibbia (10), XIV-XV (tosc.), Ap 22, vol. 10, pag. 564.9: [15] Di fuori li cani e venefici, e li impudici e li omicidiarii...