INAVVERTENZA s.f.

0.1 inavertenza, inavvertenzia.

0.2 Da avvertenza.

0.3 Libro del difenditore della pace, 1363: 1.

0.4 In testi tosc.: Libro del difenditore della pace, 1363 (fior.); Francesco da Buti, Inf., 1385/95 (pis.).

0.6 N Doc. esaustiva.

0.7 1 Mancanza d'attenzione o di considerazione (per qsa).

0.8 Pietro Bocchia 31.12.2013.

1 Mancanza d'attenzione o di considerazione (per qsa).

[1] Libro del difenditore della pace, 1363 (fior.), diz. 2, cap. 26, par. 18, pag. 444.8: non dovutamente Ónno procieduto e apresso ci˛ o di questo, quanto per lo lungore del tenpo, l'ingnoranza delli uomini e ll'inavertenza sieno dichaduti de' loro riguardi o memoria, e della vita di costui...

[2] Francesco da Buti, Inf., 1385/95 (pis.), c. 30, 130-141, pag. 777.18: tacendo mostrava che riconoscesse lo suo errore e che n'avesse vergogna, la quale Ŕ segno che l'uomo non vorrebbe avere fatta la cosa, e questo Ŕ scusarsi: imper˛ che mostra essere caduto in errore per inavvertenzia, e non si credea per questo modo scusare...