OSTUP╚SCERE v.

0.1 obstupesco, ostopisce, ostopisco, ostopite, ostupisco.

0.2 Lat. obstupescere (DEI s.v. ostupescere).

0.3 Jacopone (ed. Ageno), XIII ui.di. (tod.): 1.

0.4 In testi tosc.: Cavalca, Dialogo S. Greg., a. 1342 (pis.).

In testi sett.: Sam Gregorio in vorgÓ , XIV sm. (lig.).

In testi mediani e merid.: Jacopone (ed. Ageno), XIII ui.di. (tod.).

0.5 Sono qui ricondotte convenzionalmente tutte le forme con suffisso incoativo, che potrebbero anche essere occorrenze di ostupire (metaplasmo dal lat. tardo ostupere, sul modello di stupire).

0.6 N Voce redatta nell'ambito del progetto DiVo.

Doc.: cit. tutti i testi.

0.7 1 Perdere (momentaneamente) le proprie facoltÓ mentali, percettive o motorie o la propria capacitÓ di reagire, in seguito a sorpresa, meraviglia o una forte emozione. Ostupescere di (uno dei sensi).

0.8 Elisa Guadagnini 29.07.2015.

1 Perdere (momentaneamente) le proprie facoltÓ mentali, percettive o motorie o la propria capacitÓ di reagire, in seguito a sorpresa, meraviglia o una forte emozione. Ostupescere di (uno dei sensi).

[1] Jacopone (ed. Ageno), XIII ui.di. (tod.), 73.7, pag. 304: Aguardate esto mercato, - che Deo patre ci ha envestito; / angeli, troni, principato - ostopisco de l'audito: / lo Verbo de Deo enfenito - darse a morte per me trare. / Ostopisce cielo e terra, - mare ed onne creatura...

[2] Jacopone (ed. Ageno), XIII ui.di. (tod.), 13.16, pag. 44: Venite gente ad odire, - ostopite del vedere...

[3] Cavalca, Dialogo S. Greg., a. 1342 (pis.), L. 1, cap. 6, pag. 33.9: uno uomo infermo sedere, ed orando restrignere lo fuoco e spegnerlo. \Pietro\ Lo considero ed ostupisco.

[4] Sam Gregorio in vorgÓ , XIV sm. (lig.), L. 1, cap. 6, pag. 91.14: um omo infermo secÚ' e orando restrenše' lo fogo e amortÓ-lo. Pero: E' cumsidero e obstupesco.