LEONINA s.f.

0.1 leonina.

0.2 V. leonino 1.

0.3 Sacchetti, Rime, XIV sm. (fior.): 1.

0.4 Att. unica nel corpus.

0.7 1 Leonessa (in contesto fig., con rif. alla città di Firenze). 2 [Med.] Forma di lebbra causata dalla corruzione della bile.

0.8 Luca Morlino 23.09.2015.

1 Leonessa (in contesto fig., con rif. alla città di Firenze).

[1] Sacchetti, Rime, XIV sm. (fior.), 226.1, pag. 269: Se quella leonina, ov'io son nato, / tenesse dritto il giusto gonfalone, / amando i figli suoi e le persone, / che dieron sempre a lei filice stato...

2 [Med.] Forma di lebbra causata dalla corruzione della bile.

[1] a Maestro Bartolomeo, Chirurgia di Ruggero da Parma volg., XIV (tosc.), [L. 4, cap. 19], pag. 296.1: come sono quattro omori nel corpo, così sono quattro spetie di lebbra, cioè allopicia, elefantia, leonina et tipasi. [[...]] La leonina è p(er) colera naturale et dicesi così dal lione, che pare più caldo di tucti gli altri animali...