INTROVENIRE v.

0.1 entrovenisse, introvegnise, introvene, introvenire, introvenisse.

0.2 Da venire.

0.3 f Ser Pace, XIII sm. (tosc.): 1.1; Doc. venez., 1320 (3): 1.

0.4 In testi tosc.: f Ser Pace, XIII sm. (tosc.); Bibbia (01), XIV-XV (tosc.).

In testi sett.: Doc. venez., 1320 (3).

0.6 N Doc.: cit. tutti i testi.

0.7 1 [Di una circostanza:] aver luogo, verificarsi. 1.1 Venire in causa o in argomento.

0.8 Mariafrancesca Giuliani 14.10.2016.

1 [Di una circostanza:] aver luogo, verificarsi.

[1] Doc. venez., 1320 (3), pag. 169.25: ancora sý laso ch(e) mea muier ebia stacio in la casa. Laso me' comesario mio pare e mia muier e se niente introvegnise de meo pare, voio ch(e) mia mare romagna comesaria...

[2] Tristano Zib. da Canal, 1310/30 (venez.), pag. 73.2: De ši˛ che introvene allo re Milliadus siando andado a chašare.

[3] Bibbia (01), XIV-XV (tosc.), Gen 25, vol. 1, pag. 128.10: [22] E azzuffavansi i fanciulli nel ventre suo; la quale disse: se cosý a me dovea introvenire, che fu l'uso di concipere? || Cfr. Gen 25, 22: źSi sic mihi futurum erat, quid necesse fuit concipere?╗.

1.1 Venire in causa o in argomento.

[1] f Ser Pace, XIII sm. (tosc.), P 160.3, pag. 285: VertÓ mostrare per dricta natura / in onne cosa pare e si convene; / e questione poikÚ introvene, / distintamente mostreragio pura, / a voi, mastro Fredrigo... || LirIO, non att. nel corpus da altre ed.

[2] Stat. venez., 1366, cap. 167, pag. 82.18: debian denonciare li contrafaccenti ali Iustisieri vieri infra du dý, sotto pena de esser cassi da l'officio deli Carraori se iusta caxon non introvenisse...