INCARCERARE v.

0.1 encalcerar, encarcerae, encarcerai, encarcerao, encarcerata, encarcerate, encarcerati, encarcerato, encarzerai, encarzerao, incarcerada, incarceradi, incaršerando, incarcerao, incarcerar, incarcerare, incarcerari, incarceraro, incarcerarono, incarcerata, incarcerate, incarcerati, incaršerati, incarcerato, incarceratolo, incarceratu, incarceravagli, incarceravali, incarcer˛, incarceroe, incarcerogli, incarcerorno, incarcierati, incarcierato, incharciera, incharcierandosi, incharcierata, incharcierati, incharzerato, 'ncarcerar, 'ncarcerarono, 'ncarcerasse, 'ncarcerata, 'ncarcerati, 'ncarcerato, 'ncharcierata.

0.2 Lat. tardo incarcerare (DEI s.v. incarcerare).

0.3 Quindici segni, 1270-90 (pis.): 1.

0.4 In testi tosc.: Quindici segni, 1270-90 (pis.); Giordano da Pisa, Prediche, 1309 (pis.); Stat. sen., 1309-10 (Gangalandi); Dante, Convivio, 1304-7; Stat. lucch., XIV m.; Stat. fior., a. 1364.

In testi sett.: Amore di Ges¨, XIV in. (ver.); Anonimo Genovese (ed. Cocito), a. 1311; Jacopo della Lana, Inf., 1324-28 (bologn.); Enselmino da Montebelluna, XIV pm. (trevis.).

In testi mediani e merid.: Jacopone (ed. Contini), XIII ui.di. (tod.).

In testi sic.: Stat. catan., c. 1344.

0.7 1 Rinchiudere qno carcere o in un luogo adibito a carcere.

0.8 Filippo Gianferrari 07.06.2013.

1 Rinchiudere qno in carcere o in un luogo adibito a carcere.

[1] Quindici segni, 1270-90 (pis.), 402, pag. 258, col. 2: et sý fui nudo, non mi copriste; / et infermo a mei non veniste; / et ancor fui incarcerato, / per voi non fui visitato...

[2] Giordano da Pisa, Prediche, 1309 (pis.), 23, pag. 180.22: o altre Ŕ infamato; o altre Ŕ flagellato con ciotte, sý come fanno li saracini; o altre Ŕ incarcerato; o altre Ŕ messo in bando...

[3] Amore di Ges¨, XIV in. (ver.), 266, pag. 54: Oi amor soavo e olitoso / k' Ŕ quel de Jes¨, bon re glorioso! / Dond' eo no me ne do gran meraveja, / se algun encalcerar per ti se degna...

[4] Stat. sen., 1309-10 (Gangalandi), dist. 2, cap. 143 rubr., vol. 1, pag. 453.10: Che chi farÓ el filliuolo incarcerare sia tenuto dare a llui tutte le sue necessitÓ.

[5] Anonimo Genovese (ed. Cocito), a. 1311, 54.87, pag. 322: Poi li Óm ligai a gran desenor, / e stirazai c˘ gram remor, / e 'n streito logo encarzerai, / donde no Ŕ consejo mai / che de quella torre o ffosa / per reenzon ensÝ se possa.

[6] Stat. pis., a. 1327, L. 1, cap. 49, pag. 66.25: Ordiniamo, che ad honore et reverensa del nostro Segnore Jhesu Christo et de la sua Madre Madonna Sancta Maria Vergene, et de tucti li Sancti et Sancte, ogni vernardý Sancto si possa scapulare et debbia de la pregione di Villa di Chiesa per lo Capitano et per lo Consiglio da homini sei in octo, li quali seano stati incarcerate in della suprascripta pregione mesi octo o pi˛...

[7] Jacopo della Lana, Inf., 1324-28 (bologn.), c. 33, 22-36, pag. 771, col. 2.1: Breve pertugio. Dixe che po' che fo incarcerato pi˙ dÝ vide altri et altri lui per pišola fenestra.

[8] Cavalca, Atti Apostoli, a. 1342 (pis.), cap. 12, pag. 68.11: addimand˛ che gli desse lettere e autoritÓ e comandamento delle sinagoghe de' Giudei, ch' erano in Domasco, che gli dessono aiuto di prendere e incarcerare e menare in Gerusalem tutti gli Cristiani maschi e femmine, ch' egli trovasse in quelle contrade.

[9] Stat. catan., c. 1344, cap. 9, pag. 40.9: Nin poša incarcerari ad alcunu officiali oy ad alcunu monachu, per ben ki altramenti li poša dari li penitencii per li defecti loru...

[10] Giovanni Villani (ed. Porta), a. 1348 (fior.), L. 13, cap. 105, vol. 3, pag. 521.28: iI figliuoli di Currado, e altri baroni venuti iĚ lloro compagnia, e data loro desinare, gli fece pigliare e incarcerare con onta e lloro vergogna.

[11] Enselmino da Montebelluna, XIV pm. (trevis.), 255, pag. 19: che te mostravi chotanto fervente / dizendo, io voio eser el primiero, / io son aparechiato inprimamente / d'eser per ti incharzerato e morto.

[12] Stat. lucch., XIV m., pag. 214.26: Et descriviamo l'altre colpe per le quali la monaca de essere incarcerata.

- [In contesto fig.].

[13] Dante, Convivio, 1304-7, II, cap. 4, pag. 85.3: non altrimenti sono chiusi li nostri occhi intellettuali, mentre che l'anima Ŕ legata e incarcerata per li organi del nostro corpo.

[14] Chiose falso Boccaccio, Inf., 1375 (fior.), c. 13, pag. 109.27: preghando Virgilio Piero ch'ancora gli dicha e no gli debba dispiaciere di dovere parlare chon esso loro e di dovere dir loro quando l'anima si legha in questo luogho chome ella si legha o incharciera in questi bronchi.

[15] Francesco da Buti, Inf., 1385/95 (pis.), c. 9, 106-123, pag. 269.28: Qui se exaltaverit humiliabitur; e se altrimenti non s'abbassassono, al meno s'abbassano per la viltÓ del peccato. Sono incarcerati dentro alle mura del ferro, perchÚ sono impregionati dal vizio che li tiene costretti sý che uscire non ne possono...