OTTONE s.m.

0.1 attone, cottone, laton, octone, otone, ottone, ottoni, ottono.

0.2 Ar. lāṭūn (DELI 2 s.v. ottone).

0.3 Uguccione da Lodi, Libro, XIII in. (crem.): 1.

0.4 In testi tosc.: Doc. fior., 1262-75; Restoro d'Arezzo, 1282 (aret.); Fatti di Cesare, XIII ex. (sen.); Doc. prat., 1337/44; x Doc. pist., 1349.

In testi sett.: Uguccione da Lodi, Libro, XIII in. (crem.).

In testi mediani e merid.: Doc. orviet., 1339-68, [1368].

0.7 1 [Metall.] Lega metallica a base di rame e zinco, di colore giallo, usata per fabbricare oggetti ornamentali e d'uso comune.

0.8 Giuseppe Zarra 10.03.2019.

1 [Metall.] Lega metallica a base di rame e zinco, di colore giallo, usata per fabbricare oggetti ornamentali e d'uso comune.

[1] Uguccione da Lodi, Libro, XIII in. (crem.), 676, pag. 623: Corona avr n d'or n de laton...

[2] Doc. fior., 1262-75, pag. 308.11: iiij cha(n)delliere d'ottone dorati...

[3] Guinizzelli (ed. Contini), a. 1276 (tosc.), 6.12, pag. 468: remagno como stata d'ottono, / ove vita n spirto non ricorre, / se non che la figura d'omo rende.

[4] Restoro d'Arezzo, 1282 (aret.), L. I, cap. 4, pag. 8.18: ella quale spera de l'otone trovamo descritti e desegnati per li savi tutti li cerchi, e tutti li animali e tutte le stelle che so' ell'otava spera, cum tutte le sue figure e posizione e sito.

[5] Guittone, Lettere in prosa, a. 1294 (tosc.), 19, pag. 243.4: Laido e nocivo stimo stangnio senbrare argiento e ottone auro...

[6] Fatti di Cesare, XIII ex. (sen.), [Svet.] L. 7, cap. 47, pag. 271.14: Lo primo anno che Cesare fu consolo, trasse elli del tesoro del Campidoglio da quattrocento bisanti d'oro o pi, e missevene altrettanti d'ottone contraffati.

[7] Doc. prat., 1337/44, pag. 70.37: uno baccino d' octone L. 3...

[8] x Doc. pist., 1349, pag. 7: Item IIII bacinetti d'otone e di metalo e di rame, per tenere candele e denari.

[9] Lapidario estense, XIV pm. (trevis./friul.), cap. 54, pag. 163.10: E volle-sse tegnire in conficion che sia fata a divisione de metalli cio de oro e de arento e de otone etc.

[10] Piero Ubertino da Brescia, p. 1361 (tosc.), pag. 13, col. 2.8: R(ecipe) enamo fine pesto an. I, bolilo in fino vino bianco una meetta tanto che pervenga al meo, poi cola e sserba in vaso di rame vel ottone per pi d...

[11] Doc. orviet., 1339-68, [1368], pag. 152.14: I baccimo d'attone di co(n)venevile gra(n)dezza, I trespino di fe(r)ro gra(n)de...